Storia di una mamma e del suo bambino

Una mamma, Silvia (nome di fantasia), alle prese con  suo figlio in un momento di grande difficoltà. Il suo bimbo più grande, che chiameremo Luca, si trovava in uno stato terribile di ansia per la scuola. Luca la mattina si faceva prendere da terribili mal di testa, tali da dover stendersi a letto al buio… I genitori decidono di portare il bambino al centro per le Cefalee Infantili. Dopo un’accurata analisi, i medici, per fortuna, dicono che il bambino non ha alcun tipo di patologia se non un grande stato di stress emotivo che ritengono provochi queste cefalee insopportabili.

 

Silvia si rivolge a me. Silvia è confusa, è agitata, è anche un pò indisposta e innervosita dalla situazione. Si sente impotente di fronte alla difficoltà manifesta di suo figlio.

Silvia ci chiede di fare Tapping a Luca, perchè è lui ad essere in difficoltà… Consigliamo a Silvia di fermarsi e di dedicarsi un’ora di Tapping per se stessa, per poter essere di reale aiuto a suo figlio e per poter poi riuscire ad essere di supporto con il Tapping al suo bambino.

Prima di poter affrontare il disagio del bambino, troviamo sia molto utile e di gran beneficio per l’intero nucleo familiare aiutare il genitore a prendere atto del suo stato emotivo in relazione alla situazione del proprio figlio e di smussare l’intensità emotiva dell’adulto in modo da spezzare la catena. Le emozioni di genitori e figli sono spesso intrecciate, correlate, concatenate.

Dopo la seduta Silvia è molto sorpresa, non avrebbe mai immaginato di poter veder le cose in modo diverso, sotto un’altra luce. Affronto poi con Luca tutta la sua ansia, le varie manifestazioni di questa terribile nemica, come lui stesso la definisce. Seguo Luca individualmente e con quattro incontri Luca è riuscito a toccare il “nocciolo” che gli scatenava il mal di testa e a superare la sua terribile ansia.

Il Tapping è entrato a far parte della famiglia di Luca e di Silvia in un momento di difficoltà ma ora  è diventato un amico accogliente e perchè no, anche divertente, al quale l’intera famiglia si rivolge per stare meglio, per vivere al meglio la gioia di essere famiglia!

Ringrazio Silvia e Luca per aver condiviso la loro storia e auguro ad entrambi di proseguire con entusiasmo ed energia questa nuova avventura.

Un abbraccio!

 

Facebookinstagram